Morto Nerio Nesi, ex ministro socialista e partigiano

11 Febbraio 2024

Bolognese di origine e torinese d'adozione, avrebbe compiuto 99 anni a giugno. Per molti anni dirigente del Partito socialista, è stato titolare ai Lavori pubblici tra il 2000 e il 2001

Addio a Nerio Nesi, partigiano, politico e banchiere italiano morto a 98 anni.

Bolognese di origine e torinese d'adozione, avrebbe compiuto 99 anni a giugno. Ha ricoperto diversi incarichi nel mondo bancario ed è stato presidente della Bnl. Ma anche la storia politica è ricchissima.

Per molti anni dirigente del Partito socialista, è stato ministro dei Lavori pubblici nel secondo governo Amato tra il 2000 e il 2001. Nel 1995 entra in Rifondazione comunista, poi fonda il Partito dei Comunisti italiani.

Ha ricoperto il ruolo di presidente della Fondazione Cavour fino al 2020 quando ha passato il testimone a Marco Boglione diventandone presidente onorario, carica confermata il 2 febbraio dall'assemblea dei soci fondatori.

Gli incarichi
Nesi è stato un partigiano, ex parlamentare, vicepresidente della Cassa di risparmio di Torino, poi ad di Banca Subalpina e al vertice della Banca nazionale del Lavoro. Una vita ricca di soddisfazioni e incarichi: è stato anche direttore finanziario dell'Olivetti.

L'amore per Cavour
Negli ultimi anni Nesi aveva lottato soprattutto per ricordare la figura di Camillo Benso di Cavour. E l’anno scorso era approdato nella casa del Partito democratico come cittadino, elettore e attivista prendendo la tessera del partito. Orgoglioso delle origini operaie e del titolo di Cavaliere del lavoro si definiva «il più importante cavouriano della città».

Nel 2001 aveva sposato Patrizia Presbitero che è medico cardiologo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *