Marco Boglione riconfermato presidente della Fondazione Camillo Cavour di Santena

2 Febbraio 2024

SANTENA – 2 febbraio 2024 – Marco Boglione è stato riconfermato presidente della Fondazione Cavour.

Marco Boglione ha avuto il via libera da tutti i soci fondatori pubblici della Fondazione Cavour, come da quelli privati, per acclamazione. In apertura di riunione il presidente uscente ha ripercorso le attività svolte durante il mandato, in particolare le edizioni del Premio Camillo Cavour. Sotto la guida di Marco Boglione, sono stati assegnati 4 Premi Cavour: al giornalista Giovanni Minoli (nell’anno 2020), a Romano Prodi (2021), al ministro Renato Brunetta (2022) e ad Antonio Patuelli, presidente dell’ABI, Associazione bancaria italiana (2023).

A seguire è arrivato il via libera alla riconferma da parte del rappresentante della Regione Piemonte, del rappresentante della città di Torino e del rappresentante del comune di Santena, il sindaco Roby Ghio. A seguire è arrivato il convinto assenso alla riconferma anche dai soci fondatori privati. Con un lungo applauso, l’assemblea dei soci fondatori della Fondazione Camillo Cavour, ha conferito, all’unanimità, la carica di presidente a Marco Boglione. per i prossimi quattro anni. Il 4 febbraio 2020 Marco Boglione era succeduto a Nerio Nesi, riconfermato presidente onorario.

Marco Boglione ha tenuto un breve discorso programmatico per il nuovo mandato quadriennale. Tra i punti qualificanti: la realizzazione del progetto di allestire, nel prato antistante il Castello Cavour di Santena, la bandiera italiana con il tricolore più grande al mondo; nuovo vigore per il Polo territoriale del Nord Italia della SNA, Scuola nazionale di amministrazione, con l’avvio della ristrutturazione di Cascina Nuova, sede del campus; modifiche e adeguamento dello Statuto e della Convenzione, per adeguarli alle mutate esigenze del tempo. Roby Ghio, sindaco di Santena afferma: «Sono contento di poter continuare a lavorare con la Fondazione Cavour, con spirito di squadra, con il pieno coinvolgimento tanto del cda, quanto dei soci fondatori. Tra i compiti in agenda c’è urgenza massima di andare al rinnovo della Convenzione tra Fondazione, città di Torino e città di Santena, in scadenza il 30 marzo 2026».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *