IL LAVORO | Impiegati pubblici. A Santena la firma per i corsi di IA e digitalizzazione

18 Marzo 2024

Arriveranno da tutta Italia i dipendenti della pubblica amministrazione per formarsi, a Santena, su digitalizzazione e intelligenza artificiale. Lo ha annunciato il ministro Paolo Zangrillo, ieri nella sede della Fondazione Cavour. PRIMA PAGINA
(continua a pagina 37)

FIRMATO UN PROTOCOLLO PER LA SCUOLA DI AMMINISTRAZIONE
Santena, dipendenti pubblici a lezione di digitalizzazione
La firma del protocollo d'intesa a Santena
Arriveranno da tutta Italia i dipendenti della pubblica amministrazione per formarsi, a Santena, su digitalizzazione e intelligenza artificiale. Lo ha annunciato il ministro della Pa Paolo Zangrillo, che ieri nella sede della Fondazione Cavour ha firmato un protocollo d`intesa sulla gestione del polo territoriale piemontese della Scuola nazionale dell'amministrazione. L'intesa è stata sottoscritta anche dal presidente della Regione Alberto Cirio, Comune di Torino, Università e Politecnico.

A ospitare i corsi sarà la fondazione intitolata allo statista piemontese guidata da Marco Boglione, dove decine di dirigenti e impiegati regionali hanno già intrapreso percorsi per acquisire competenze specifiche. «Il mondo va velocissimo, stiamo vivendo una trasformazione radicale – ha sottolineato il ministro Paolo Zangrillo – alla quale dobbiamo preparare al meglio le persone della Pa affinché vivano il cambiamento come opportunità e non come minaccia». L'auspicio dell'esponente del governo è di coinvolgere, nel futuro prossimo, «tutti e tre i milioni di dipendenti pubblici, anche se il Pnrr indica l'obiettivo di soli 750 mila impiegati della Pa entro il 2026».

Il presidente della Regione Cirio ha sottolineato l'importanza della firma nella ricorrenza del 17 marzo, la Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell`Inno e della Bandiera celebrata da decine di studenti di Santena dopo una breve marcia per le vie della città sulle note suonate dalla fanfara dei bersaglieri e della banda locale. «Questo protocollo è un passo avanti per il Piemonte e denota l`attenzione della Pa verso le persone – ha detto il governatore piemontese –. Qui si progetterà il futuro». Anche la vice sindaca di Torino ha indicato l`importanza della formazione continua, «un`esigenza strategica anche per l`amministrazione comunale che ha circa tremila dipendenti». E ha aggiunto: «Lavorare sulla digitalizzazione è importante per migliorare la qualità dell`azione amministrativa dei nostri enti e adeguarli alla realtà che cambia». Operativo dall'autunno 2022, il Polo formativo del Piemonte ha ospitato una decina di corsi per un totale di circa 400 partecipanti. Altri cinque sono già in programma per il 2024. L'intesa di ieri prevede anche nuovi spazi per l`ospitalità al Polo cavouriano. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *