È morto Nerio Nesi, aveva 99 anni

11 Febbraio 2024

TORINO. È morto Nerio Nesi, banchiere, politico e partigiano italiano. Nato a Bologna, ma di adozione torinese, è stato vicepresidente della Cassa di risparmio di Torino, poi ad di Banca Subalpina, fino a raggiungere il vertice della Banca nazionale del Lavoro. Per molti anni dirigente del Partito Socialista Italiano è stato ministro dei Lavori Pubblici in quota PdCI nel secondo governo Amato.

Era cittadino onorario di Santena come presidente onorario della «Fondazione Cavour», per il suo impegno nel voler ricordare la figura di Camillo Benso di Cavour. Ad annunciarlo è stato Marco Boglione, presidente della Fondazione. Nesi aveva 99 anni, ne avbreebbe compiuti 100 a giugno.

«Profondo cordoglio» è stato espresso da Valdo Spini, ex-vicesegretario del Psi e Presidente della Fondazione Circolo Rosselli. «Ricordo in particolare – dice – la comune militanza nella sinistra socialista e la sua vicinanza al suo leader, Riccardo Lombardi. Nesi aveva maturato una particolare competenza tecnica fin dai tempi della sua direzione finanziaria della Olivetti e poi nelle importanti responsabilità bancarie da lui rivestite. Negli ultimi anni non aveva fatto mancare il suo intelligente contributo a tante attività culturali in Piemonte, la Regione nella quale si era stabilito, e del cui Consiglio regionale aveva fatto parte».

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *