ARCHIVIO

Nel castello di Santena si conservano tre grandi archivi familiari e sette fondi documentari di proporzioni molto minori. I grandi archivi:

IN ALLESTIMENTO

Cavour suddiviso in una parte antica, con centinaia di cartelle contenenti documenti dal secolo XI al XVIII, e una parte moderna, di proporzioni anche maggiori; in questa parte moderna dell’archivio Cavour si situa il fondo di Camillo Cavour;

FOndo Carron di San Tommaso
Carron di San Tommaso contenente documenti dall’anno 838 al 1855;
CLICCA PER VISUALIZZARE

IN ALLESTIMENTO
Emilio Visconti Venosta con raccolte di cartelle che documentano la sua attività politica e diplomatica e la politica estera dell’Italia Unita dal 1860 alla prima guerra mondiale.

Gli altri fondi documentari conservati nei locali archivio della Fondazione Cavour sono:

  • Lascaris di Ventimiglia
  • Clermont Tonnerre
  • D’Auzers
  • Moffa di Lisio
  • Giuseppe Massari
  • Giovanni Morelli
  • Giovanni Visconti Venosta.

A destra: il documento originale del 20 gennaio 1860, a firma autografa di Vittorio Emanuele II, con il quale Camillo Cavour ricevette l'incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri e Segretario di Stato.

Gli inventari dell’archivio di Camillo Cavour e di quello di Emilio Visconti Venosta sono stati pubblicati; in stampa quello dei Carron di San Tommaso.


Copyright 2003 © - Fondazione Camillo Cavour